venerdì 15 maggio 2009

MiFi...Finalmente!



traduco dall'articolo di David Pogue, pagina scientifica dell'International Herald Tribune

Un giorno, diremo ai nostri nipoti di come dovevamo girare per la città in cerca di un Cafè in cui poterci collegare in Internet senza fili ogni volta ne avessimo bisogno, e ci risponderanno con una risata. Ogni palazzo in America ha l'acqua corrente, elettricità e sistemi di ventilazione; perché non c'è una rete Internet senza fili universale?

Andare online non è impossibile, ma attualmente le opzioni che abbiamo sono piuttosto scarse. La maggiorparte di esse implica il nostro stare seduti in un "HotSpot" - come in un bar o in biblioteca, per esempio. (Purtroppo, i giorni in cui le città erano coperte di reti Wi-Fi non protette sono finiti, richiedono tutte delle password ora.)

Se vuoi andare online mentre sei in movimento, infatti, hai una sola opzione: comprare uno di quei modem da cellulare da $60 al mese della Verizon, Sprint, T-Mobile o AT&T. La velocità non è esattamente quella del modem adsl, ma ci va abbastanza vicino. Puoi comprare una scheda per il computer portatile, che ha una piccola protuberanza/antenna, oppure una chiavetta U.S.B.
Alcuni laptop hanno uno di questi modem implementati, il che è più funzionale ma implica comunque un grande dispendio di energia elettrica dalla batteria.

Immagina se potessi connetterti online ovunque tu voglia - in taxi, sulla spiaggia, in un albergo con un servizio Wi-Fi oltremodo costoso - senza perder tempo con i modem sopra citati. E se avessi una piccola zona Wi-fi, privata, che ti segue ovunque tu vada?
Incredibilmente, esiste una cosa del genere. E' il Novatel MiFi 2200, disponibile da Verizon dalla metà di maggio ($100 con un contratto biennale, con uno sconto successivo). E' un oggettino grande come una carta di credito, solo tre volte più spessa. Ha un tasto di accensione, una luce che ne indica lo status e una batteria sostituibile simile a quella di un cellulare. Una volta acceso il tuo MiFi, aspetti 30 secondi, e hai la tua linea wireless; personale, portatile, potente, protetta.

Il MiFi prende il segnale Internet così come fanno i modem cellulari - in questo caso, dall'eccellente 3G (alta velocità) di Verizon. Se vuoi semplicemente mandare e-mail e navigare, paghi $40 al mese (250 megabytes di trasferimento dati, 10 cents a megabyte se si va oltre). Se guardi video e fai downloads/uploads di grandi files, opta per il piano da $60 (5 gigabytes). E se non viaggi incessantemente, l'affare migliore può essere il piano giornaliero: $15 per 24 ore, solo quando ne hai bisogno. In quel caso, il costo del MiFi è di $270.

In sostanza, il MiFi converte il segnale Internet dei cellulari in una piccola rete Wi-Fi che può essere condivisa da cinque persone. (La velocità rallenta se tutti e cinque fanno downloads pesanti, ma è raro che succeda).
I routers senza fili dei cellulari sono disponibili da anni. La media delle persone non ha nemmeno sentito parlare di questa categoria di prodotti, ma questi routers sono popolari, per esempio, nelle riprese dei film di Hollywood. Il cast e la troupe durante i tempi morti vanno online, condividendo il segnale da una singola scheda di un cellulare che diffonde tramite Wi-Fi.
Questi strumenti ad ogni modo, non prendono la linea autonomamente; devi supportarli col tuo modem. Sono pure grandi e brutti. Ma il vero problema è che devono essere allacciati ad una presa elettrica. Non puoi utilizzarli in spiaggia o in un bosco a meno che tu non abbia un lunghissimo cavo elettrico.
Il Mifi è notevole per essere molto piccolo, il suo design fine e levigato, la sua portata di 30 metri e per il fatto di essere senza fili e ricaricabile.

E' fantastico. Perché? Vediamone i motivi.
Primo, ti risparmi il rito del connettere-sconnettere il modem. Puoi lasciare il MiFi in tasca, nel borsello o nella borsa del portatile; ogni qualvolta accendi il computer, la console, l'iPhone o l'iPod Touch, sei online.
La scorsa settimana, sono rimasto imbottigliato nel traffico per due ore. Mentre lavoravo online, guardavo filmati su YouTube e scaricavo files, mi sono accorto che il mio vicino di posto mi guardava incuriosito. Mentre rispondevo allo sguardo, mi sono reso conto che non guardava quello che stavo facendo, bensì l'icona che rappresenta la forza della connessione. "Mi scusi", disse finalmente, confuso, "ma come fa a prendere un segnale wireless?" Rimase sbalordito quando tirai fuori il MiFi dalla tasca.

Se avesse avuto un portatile, avrei volentieri condiviso la mia "nuvoletta" Wi-Fi con lui. La password di rete è stampata proprio nella parte sottostante del MiFi. E' un'idea intelligente, in effetti. Dal momento in cui possiedi un MiFi, nessuno può utilizzare la tua rete, a meno che non gli mostri la password. Chiamala "security through proximity".
Il secondo immenso vantaggio del MiFi è che, così come qualsiasi router wireless, puoi condividere il suo segnale con altre persone; fino ad un massimo di cinque. I tuoi figli con i loro iPod Touches seduti dietro in macchina potrebbero connettersi online, per esempio, oppure tu e i tuoi colleghi potreste connettervi e collaborare durante una riunione aziendale.
Verizon elogia l'utilità del MiFi per uno studente del college che vive fuori dal campus, ma anche per la famiglia, che potrebbe utilizzarlo come servizio Internet principale.
Alcune postille: 1, il MiFi va in stand by dopo 30 minuti di inattività, per prolungare la durata della batteria. Significa che una singola carica può durare un giorno intero col MiFi quasi sempre connesso, anche se la batteria era pensata per una durata di sole quattro ore (ha un'autonomia in standby di 40 ore). Ma mentre il MiFi è "dormiente", la tua "nuvoletta" Wi-Fi personale sparisce finché non premi nuovamente il tasto power. Lamentarsi perché si deve premere un solo tasto per essere online, sarebbe il massimo dell'ingratitudine. Ma se il MiFi ruzzola da qualche parte nella tua borsa, il ritrovarlo può essere un pò una scocciatura.

Fortunatamente, puoi disattivare la funzione stand-by. Questo congegno è un router wireless a tutti gli effetti, con un completo set di configurazioni. Se digiti 192.168.1.1 nella pagina del tuo browser - un trucco conosciuto dai guru della rete - compare la pagina di controllo del MiFi. A quel punto puoi fare cose come cambiare password o il nome della rete wireless, limitare l'accesso a specifici computers, attivare "port forwarding" (non chiedere).
Nota finale: se il tuo computer ha un modem tradizionale tipo cellulare, puoi attivare su Windows e Mac una cosa chiamata Internet Sharing, che ritrasmette il segnale via Wi-Fi, proprio come il MiFi.
Ma il MiFi è infinitamente più facile da attivare e utilizzare, ti permette di portare il portatile ovunque, il suo segnale è più ampio e funziona anche quando lo stai ricaricando.
E' sempre eccitante quando qualcuno inventa un prodotto di nuova categoria, e questo lascia a bocca aperta. Tutti i tuoi gadgets sono online insieme, ovunque tu vada, senza dover attaccare spine - "no coffee shop required".

Nessun commento:

Posta un commento